Loading Flash Menu
  Noi siamo presenti in: Italia, Filippine, Brasile, Stati Uniti, Mexico, Perù, Bolivia, Polonia, India e Nigeria

Oblati di San Giuseppe

Nato a Torino nel 1844, ma originario di Asti, fece i suoi studi nel Seminario Diocesano di questa città. Ordinato sacerdote nel 1868, fu scelto dal Vescovo come suo segretario e poi, per la sempre maggior stima delle sue virtù, anche suo collaboratore diretto un po’ in tutti i settori vitali della Diocesi (direttore spirituale e confessore del Seminario diocesano, canonico, esaminatore prosinodale, cancelliere...), finché nel 1888 venne promosso da Leone XIII alla sede vescovile di Acqui, ove rimase fino alla morte avvenuta nel 1895.

Nel desiderio di mettere a disposizione di tante anime semplici la grazia di servire Dio e la Chiesa nell’imitazione di San Giuseppe in una vita di silenzio operoso, tutta al servizio degli "interessi di Gesù", nel 1878 fondò la Congregazione degli Oblati di San Giuseppe.

I primi Oblati erano Fratelli laici senza voti, preparati per prestare aiuto ai Parroci come assistenti dei giovani, catechisti e sagrestani. Più tardi alcuni si dedicarono agli studi ecclesiastici e divennero sacerdoti, offrendo così nuovi servizi alla chiesa locale come economi spirituali di parrocchie povere, predicatori di missioni popolari e soprattutto confessori.

   
 

Il Superiore Generale, coadiuvato da quattro Consiglieri, è eletto dal Capitolo Generale per un periodo di 6 anni, rinnovabile una sola volta. Provinciali e Delegati Regionali sono nominati dal Superiore Generale col consenso del